CIO' CHE ACCADDE ALL'IMPROVVISO

Testo e Regia di Rosario Palazzolo

con Franz Cantalupo - Elisa Di Dio - Rosario Palazzolo e Delia Calò

 

Musiche Francesco Di Fiore

Scene e Costumi Luca Manuli

Assistente alla Regia Clara De Rose

 

Produzione  Compagnia dell’Arpa

Compagnia Residente Teatro Garibaldi di Enna

in collaborazione con  Teatrino Controverso

con  Latitudini – Rete Siciliana di Drammaturgia Contemporanea

e con  Assessorato allo Spettacolo del Comune di Calascibetta

e con il sostegno finanziario dell’Assessorato Regionale al Turismo e allo Spettacolo

 

“Ora, i morti, da che mondo e mondo, possono star distesi, supini, appesi, scomposti, infilati dentro catafalchi di tutte le specie, mummificati dentro sarcofagi o ridotti in polvere e ficcati dentro vasetti colorati, tesi, spiegati, conciati in poltiglia per chissà quale catastrofe, seduti o coricati, qualche volta in piedi, ma resta, comunque, da parte loro, l’impegno all’immobilità, e ciò affinché le più assodate norme umane possano continuare a perpetuarsi. Loro, seppur morti, invece camminavano…

 

Sinossi

Ciò che accadde all’improvviso racconta una storia strana, al limite tra il reale e l’irreale. Un surrealismo giocato con i tempi della commedia comica che spesso storce nel giallo, si adagia sul grottesco per arrivare a un finale drammatico. Tre uomini che hanno perso la strada, che non si riconoscono più; tre personalità che diventano metafora dell’uomo.

Il dialogo spesso assume tono e vigore comici, s'inerpica per le vie del surrealismo e di volta in volta frustra gli spettatori che cercano di dare un senso a ciò che vedono in scena: che situazione è quella in cui il dialogo si svolge? Un frammento di realtà?

 

Un manicomio? Un appena accennato aldilà? Una scena teatrale rivissuta meta-teatralmente? E chi sarebbe quello che i tre misteriosamente chiamano “quello del fatto”? Un dio? Il caso? Un medico arcigno? Non ci sono risposte univoche, lineari. Non possono essercene. Forse nulla di tutto questo o tutto questo insieme. Ciò che accadde all’improvviso è una sorta di favola nera che si prende gioco dei diversi piani significanti della realtà. Ci sputa. Ne ride. Fa quello che ciascuno di noi è costretto a fare: tirare avanti, malgrado tutto.

repliche

2017

Auditorium Contoli Di Dio di Calascibetta - Centro Kim di Salemi - Teatro Garibaldi di Enna

book foto di scena

trailer